icon-phone tel. 0114376098
icon-mail info@verdeeblu.com

Sesto giorno di navigazione 11 marzo 2017

Comment are off

Oggi bellissimo navigazione partenza dall’isola del giglio intorno alle 5,30, c’era un Grecale che mi ha accompagnato durante tutto il viaggio, apro subito la randa e il fiocco, mi godo un’alba stupenda, la navigazione continua, continua spedita con 16 nodi di vento, non accendo mai il motore poi ad un certo punto sono a Ventimiglia dalla costa il vento inizio ad incalzare, come prima cosa ritiro il fiocco, prima lo riduco poi lo chiudo e poi inizia giocare un po’ con la randa, lasco ma inizio ad avere paura vento incazza sempre più forte, le onde si infrangono sulla prua della barca e inondano la barca, io sono fradicio ormai è decido di cambiare rotta, non dirigo più verso Ostia porto di Roma ma vado verso Civitavecchia e allora mi avvicino faccio una correzione di circa  di 30° e mi avvicino verso il Porto di Civitavecchia, il vento in calza incazza sempre di più adesso saremo a 22 nodi,  lasco completamente la randa, non ho il tempo di dare delle mani terzaroli, sento soltanto il fischio del vento immagino che siano torno il 30 nodi, ho paura perché si abbatte tantissimo le onde mi arrivano direttamente  in faccia,  si ! sono ormai completamente fradicio e il freddo mi è entrato nelle ossa e decido di mollare completamente la randa , non sono neanche al vento, molo una cima della randa ma la randa non viene giù, quindi sono costretto ad attaccarmi ad essa per spingerla verso il basso,  il vento continua spingermi a destra sinistra, ho paura, non so in che modo ma ci riesco, avrei tutto mettere il giubbotto di salvataggio a portata di manoalmeno con dei razzi, il telefono non prende, la radio è u n piccolo WHF non può comunicare con porti lontani. Un ora di navigazione in queste condizioni, appena prende il telefono chiamo la capitaneria di porto di marina di Traiano, li avviso che sto per arrivare, mi sento più tranquillo, il vento cala un pochino andando verso terra e finalmente in porto, entro, ok ! fatta è andata, un’avventura bellissima, un po’ di paura ma è stato bellissimo anche oggi e domani domani si vedrà.

Ora giro per la città di Civitavecchia, vai con la gita, saranno 4 km per arrivare ma almeno sfogo l’adrenalina.

About the Author